Prestito Postale BancoPosta Famiglia: Finanziamento fino a 15.000€ per Correntisti BancoPosta

0
38

Prestito BancoPosta Famiglia di Poste Italiane: analisi di tassi e condizioni

Prestito BancoPosta Famiglia distribuito da Poste Italiane ed erogato da Deutsche Bank S.p.A. – Prestitempo, è un prestito postale grazie al quale determinate categorie di clienti possono ottenere fino a 15.000 euro, rimborsabili secondo un piano di ammortamento a tasso fisso e rate costanti.
Questo finanziamento postale risulta essere disponibile per un periodo limitato di tempo, essendo in promozione per richieste che avvengano presso gli uffici postali abilitati dal 2 Aprile al 31 Luglio 2012.
Vediamo di seguito quali sono tassi, condizioni e principali caratteristiche di Prestito BancoPosta Famiglia, pensato per soddisfare le esigenze di sposi novelli o di coppie diventate da poco genitori di un figlio naturale o adottato.

 

– Chi sono i destinatari del prestito?

Poste Italiane limita le possibilità di richiesta di questo finanziamento a soggetti sposati da meno di un anno o che abbiano festeggiato la nascita o l’adozione di un figlio da meno di 12 mesi.
I richiedenti devono inoltre essere titolari di un conto corrente BancoPosta ed avere un reddito dimostrabile. E’ inoltre necessario essere maggiorenni e residenti in Italia.
I liberi professionisti per poter richiedere questo prestito personale devono essere titolari di un Conto BancoPosta da almeno 6 mesi.
Sono inclusi anche i pensionati.

 

– Per quali finalità può essere richiesto?

Grazie a Prestito BancoPosta Famiglia si possono richiedere importi per affrontare con maggior tranquillità le spese legate al matrimonio e quelle relative alla nascita o all’adozione recente di un figlio. Non sono ammesse altre finalità.

 

– Quali sono gli importi finanziabili?

L’importo minimo richiedibile è di 1.500,00 euro mentre la somma massima ammonta a 15.000,00 euro.

 

– Qual è la durata del piano di ammortamento?

Il piano di ammortamento di questo prestito postale in promozione varia da un minimo di 12 a un massimo di 84 mesi, durante i quali si pagheranno rate mensili di importo costante, addebitate sul Conto BancoPosta del richiedente il 27 di ogni mese, a partire dal mese successivo alla data di erogazione del finanziamento.
La prima rata include anche gli interessi di preammortamento e l’imposta di bollo sul contratto.


– Quali tassi (TAN e TAEG) sono applicati?

Poste Italiane applica un TAN fisso 8,10% indipendentemente dall’importo richiesto o dalla durata del piano di rimborso. Il Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG), utile per rendersi conto del reale costo del prestito ed effettuare un confronto con altri prodotti simili proposti da banche o finanziarie, può arrivare a un massimo del 10,36%.
Può essere utile riportare l’esempio della richiesta di un importo di 9.000,00 euro, da rimborsare in 60 mesi. In tal caso si pagano rate mensili da 182,92 euro l’una, al TAN 8,10% e TAEG 8,52%, per un importo totale dovuto dal mutuatario di 11.024,03 euro. In questa somma sono inclusi anche gli interessi di preammortamento (26,33 euro) e l’imposta sostituiva (22,50 euro), mentre sono gratuite le spese relative all’istruttoria della pratica, all’incasso e gestione delle rate e all’invio di comunicazioni periodiche.

 

– Si possono calcolare rata e preventivo direttamente on-line?

Poste Italiane non consente di effettuare un calcolo on-line della rata mensile, nemmeno in via indicativa. Per ottenere un preventivo personalizzato occorre recarsi presso uno degli uffici postali abilitati (l’elenco è presente sul sito delle Poste Italiane) e richiedere la compilazione di un modulo IEBCC, che riporta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori, secondo quanto disposto dalla riforma del credito al consumo in vigore in Italia dal 1° Giugno 2011.

 

– Quali sono le spese principali del finanziamento?

Prestito BancoPosta Famiglia viene erogato a zero spese per:

  • istruttoria della pratica
  • incasso e gestione della rata
  • produzione e invio di comunicazioni periodiche

Sono invece previste commissioni relative all’imposta sostitutiva, pari allo 0,25% dell’importo erogato per durate maggiori di 18 mesi e 14,62 euro negli altri casi.

 

– Come viene erogato il finanziamento?

Questo prestito postale destinato a soddisfare esigenze legate al matrimonio o alla nascita/adozione recente di un figlio da parte di una coppia sposata prevede un’unica modalità di erogazione: accredito sul Conto BancoPosta del richiedente.
L’erogazione avviene in un’unica soluzione.

 

– Quali sono i documenti da presentare?

La documentazione che il richiedente deve fornire a Poste Italiane include:

  • documento d’identità in corso di validità
  • tessera sanitaria
  • documentazione che attesti il reddito da lavoro percepito: ai lavoratori dipendenti è richiesta l’ultima busta paga, ai lavoratori autonomi le ultime dichiarazioni dei redditi con ricevuta di presentazione e di pagamento dell’imposta
  • cedolino di pensione: per pensionati INPS o INPDAP
  • certificato di matrimonio o pubblicazioni (entro un anno dall’evento): per gli sposi
  • certificato di nascita o decreto di adozione (entro un anno dall’evento): per i neo genitori

I cittadini stranieri dovranno presentare anche una copia del permesso di soggiorno valido oppure, nel caso in cui fosse scaduto, copia della richiesta di rinnovo.

 

– In che modo è possibile rimborsare le rate mensili?

Il rimborso delle rate avviene attraverso addebito diretto sul Conto BancoPosta del richiedente, il giorno 27 di ogni mese, a partire dal mese successivo a quello di erogazione.

 

– Si può estinguere in anticipo il prestito ottenuto?

Poste Italiane e Deutsche Bank – Prestitempo ammettono la possibilità di richiedere l’estinzione anticipata, totale o parziale, di Prestito BancoPosta Famiglia, che deve avvenire pagando, oltre all’importo da estinguere, anche una penale di estinzione anticipata, il cui costo massimo è dell’1,00% della somma rimborsata. Tale indennizzo non è dovuto nel caso in cui l’estinzione sia totale e pari o inferiore a 10.000 euro, oppure se viene richiesta nei 6 mesi antecedenti la scadenza del contratto stipulato o in caso di richiesta di un nuovo Prestito BancoPosta.

 

– Dove si può richiedere Prestito BancoPosta Famiglia?

Il richiedente può inoltrare richiesta di questo finanziamento postale presso gli uffici postali abilitati. Per trovare quello più vicino al proprio domicilio viene messo a disposizione uno strumento di ricerca presente sul sito www.poste.it, raggiungibile a partire dalla pagina dedicata a questo prestito nella sezione “Promozioni BancoPosta”.

Può essere utile sapere che Poste Italiane, per informazioni su Prestito BancoPosta Famiglia e sugli altri prodotti finanziari offerti, mette a disposizione il numero verde 800.003322, attivo dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 20:00, oltre alla possibilità di compilare un form on-line per essere ricontattati telefonicamente o via e-mail da un incaricato.


Data dell’ultimo aggiornamento: Aprile 2012

ATTENZIONE: prima di richiedere il finanziamento analizzato si raccomanda di fare sempre riferimento al sito Internet ufficiale o alle filiali di Poste Italiane per verificare condizioni, TAN e TAEG applicati al momento della richiesta. La presente scheda di analisi fa infatti riferimento alla data dell’ultimo aggiornamento indicata in precedenza.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA