Prestiti Banca Marche per Giovani, Famiglie e con Cessione del Quinto

0
36

Prestiti e finanziamenti di Banca Marche
Il viaggio di PrestitiDipendenti.biz alla scoperta dei prestiti bancari italiani prosegue con la presentazione e l’analisi di tassi e condizioni dei principali prestiti erogati dalla Banca delle Marche.
La banca capogruppo dell’omonimo gruppo bancario, comprendente Carilo, Focus Gestioni S.G.R. e Medioleasing, distribuisce i propri prodotti attraverso più di 300 sportelli presenti nelle Marche, in Umbria, in Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Molise.

In generale le richieste di prestiti personali offerti dalla Banca delle Marche possono arrivare fino a 75.000 €, ottenibili da parte di soggetti privati con un reddito dimostrabile, siano essi lavoratori dipendenti, statali o di aziende private, o pensionati. E’ prevista anche l’erogazione di prestiti garantiti dalla cessione del quinto dello stipendio o della pensione, erogati in collaborazione con la finanziaria Futuro S.p.A.
La banca offre poi finanziamenti agevolati anche per particolari categorie sociali, come individui diversamente abili, neogenitori, giovani studenti o famiglie in difficoltà.
A tal proposito va ricordato che l’istituto di credito ha sottoscritto un “Protocollo d’intesa promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino” a sostengo dei lavoratori residenti e domiciliati nell’omonima provincia, che abbiano patito la perdita del lavoro, una riduzione delle ore lavorative o risultino in cassa integrazione a causa della crisi economica in atto. Questi soggetti, oltre alle agevolazioni riguardanti le rate del mutuo per il pagamento della prima casa, possono far richiesta di un prestito personale fino a 3.000 €, restituibile esclusivamente in 24 mesi, con cadenza delle rate mensile o semestrale, a interessi reali zero, dal momento che sarà la Provincia a farsene carico integralmente, e senza alcuna spesa per l’istruttoria della pratica.
Di seguito trovate una panoramica dei finanziamenti offerti da Banca Marche, visto che modo migliore per risparmiare quando si richiede un prestito bancario è quello di essere informati sulle varie proposte del mercato del credito, per poterle confrontare e scegliere così il miglior finanziamento possibile.

 

Partiamo con i prestiti personali che Banca Marche mette a disposizione dei clienti per soddisfare qualsiasi esigenza di spesa legata all’acquisto di beni e/o servizi, senza cioè che sia necessario presentare documenti che giustifichino la richiesta di credito.
Attraverso il prestito personale generico della Banca delle Marche si possono richiedere fino a 75.000 €, da rimborsare secondo un piano di ammortamento di durata massima 120 mesi, con possibilità di posticipare il pagamento della prima rata fino a un massimo di 7 mesi dall’erogazione della somma richiesta e opzione per sospendere il pagamento di una o più rate in corso di finanziamento. L’istituto di credito offre la possibilità di scegliere tra un tasso (TAN) fisso o variabile e di calcolare on-line un preventivo, seppur in via indicativa.
Nell’ambito del sostegno dei soggetti diversamente abili, secondo la definizione data dall’art. 3 della legge n. 104 del 5 Febbraio 1992, Banca Marche prevede l’erogazione di prestiti personali finalizzati all’acquisto o all’utilizzo di “mezzi” necessari a tali soggetti, secondo la definizione che di questi mezzi viene data, di anno in anno, dalla normativa del Ministero dell’Economia, relativa agli oneri per i quali viene riconosciuta la detrazione d’imposta. Avendone i requisiti è possibile richiedere finanziamenti personali fino a 30.000 € a condizioni particolarmente vantaggiose, che includono nessuna spesa d’istruttoria e tasso di interesse agevolato. La restituzione dell’importo ottenuto può avvenire al massimo in 60 rate mensili.
Anche i neogenitori possono approfittare di un prestito personale erogato a condizioni agevolate e in modo rapido dalla Banca delle Marche, grazie al quale ottenere fino a 5.000 €, rimborsabili secondo un piano di  ammortamento di 60 mesi al massimo, a tasso (TAN) fisso o variabile. Viene anche data la possibilità di richiedere la sospensione del pagamento delle rate in caso di necessità, ma solo rispettando determinate condizioni relative al rimborso puntuale delle rate previste.


Banca Marche prevede finanziamenti specifici per giovani studenti, che includono il prestito “Magna Charta” e “600 euro per studiare”.
Attraverso il prestito “Magna Charta” si dà la possibilità di finanziare le spese di formazione di studenti “in corso” che risultino iscritti al biennio della Laurea Specialista o Magistrale, a un Dottorato di ricerca, a un Corso di Perfezionamento o a un Master, agli ultimi 2 anni di un corso di laurea “a ciclo unico” o di una Scuola di Specializzazione post-laurea triennale. Per “spese di formazione” si intendono i vari costi legati all’iscrizione, al materiale didattico necessario e anche al vitto e alloggio qualora si avesse la necessità di andare in trasferta per completare il proprio corso di studi. Il finanziamento avviene attraverso l’apertura di credito in conto corrente intestato allo studente che ne faccia richiesta e può essere rimborsato in 5 anni. Il meccanismo di rimborso è differenziato a seconda della tipologia di studente, ma prevede sempre un primo “periodo di erogazione”, un secondo “periodo di mantenimento” e un terzo “periodo di rimborso” vero e proprio. Anche gli importi massimi erogati annualmente possono variare a seconda dalla tipologia di studente, anche se, in generale, vanno dai 6.000 ai 12.000 euro. Naturalmente per ottenere il finanziamento “Magna Charta” è necessario che i giovani presentino tutta una serie di documenti che attestino lo status di “studente in corso” e l’iscrizione ai vari corsi di perfezionamento. Tutte le indicazioni in merito sono reperibili sul sito Internet di Banca Marche, nella sezione dedicata ai “Prestiti a studenti”.
Per i giovani studenti con necessità legate all’acquisto di materiale scolastico, la banca mette a disposizione il prestito a tasso (TAN) reale zero chiamato “600 euro per studiare”, il cui nome dice già molto ma meglio fornire alcune precisazioni. Si tratta di un finanziamento di importo pari a 600 € destinato agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori, nonché degli universitari, che facciano parte di famiglie con reddito ISEE pari o inferiore a 30.000 €, in merito al quale occorre fornire la corrispondente attestazione. La restituzione della somma ricevuta avviene attraverso il pagamento di rate da 50 € ciascuna per 12 mesi, dunque senza che vengano applicati interessi. E’ possibile utilizzare l’importo ottenuto per spese già sostenute o da sostenere nel corso dell’anno scolastico o dell’anno accademico.

 

Infine, grazie alla collaborazione con Futuro S.p.A., società finanziaria del Gruppo Bancario Mediobanca che si occupa dell’approvazione e dell’erogazione del finanziamento, Banca Marche offre anche prestiti personali garantiti dalla cessione del quinto o della pensione, richiedibili da parte di lavoratori dipendenti (statali, pubblici e privati) e pensionati, che possono sfruttare i vantaggi garantiti da questa forma di credito. Le richieste possono provenire anche da soggetti che abbiano altri finanziamenti in corso e, in generale, da coloro si trovino in difficoltà nell’accesso al credito perché con problemi nel rimborsare precedenti prestiti. La durata massima prevista per il piano di ammortamento è di 120 mesi, durante i quali si pagheranno rate di importo costante, a tasso (TAN) fisso, il cui importo non potrà mai essere superiore a 1/5 dello stipendio o della pensione netti percepiti. Come avviene per tutti questi tipi di finanziamento a firma singola e senza necessità di fornire garanzie reali, è obbligatoria una copertura assicurativa sulla vita e, solo per i lavoratori dipendenti, una polizza a tutela dei rischi connessi alla perdita involontaria del posto di lavoro.  Le somme erogabili vengono definite in funzione di fattori variabili quali l’età del richiedente, la sua eventuale anzianità lavorativa e la sua situazione reddituale.

Per tutti questi prestiti bancari, come già indicato in precedenza, il calcolo del preventivo on-line è possibile solo in riferimento al prestito personale generico della Banca delle Marche. Per ottenere un preventivo personalizzato è necessario recarsi presso una delle filiali della banca, richiedendo la compilazione di un modulo IEBCC (o SECCI), che contiene le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori, secondo quanto stabilito dalla riforma del credito al consumo del 1° Giugno 2011.

Per contattare Banca Marche e richiedere informazioni su prestiti e altri prodotti distribuiti è possibile contattare direttamente una delle filiali, ricercandone numeri di telefono e indirizzi sul sito Internet http://www.bancamarche.it, all’interno della sezione “Informazioni”, oppure inviare un’e-mail all’indirizzo mutui@bancamarche.it, valido solo per richieste generiche relative ai finanziamenti.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

ATTENZIONE: si tenga presente che tutte le informazioni contenute nell’articolo si riferiscono alla data di pubblicazione o aggiornamento dello stesso (indicata di seguito) e che, quindi, potrebbero non risultare completamente aggiornate. Per questo motivo fate sempre riferimento al sito Internet di Banca delle Marche o alle filiali della banca.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: Giugno 2012