CQS dipendenti pubblici e statali di Professione Prestiti: fino a 70.000€ con tassi in convenzione INPDAP

0
27

CQS per dipendenti pubblici in convenzione INPDAP di Professione-Prestiti: scheda di analisi
La Cessione del Quinto dello stipendio in convenzione INPDAP  richiedibile all’agenzia  Professione Prestiti di Prestitalia (gruppo UBI) è un prestito personale garantito fino a 70.000,00 euro, riservato ai dipendenti pubblici e statali ed erogato a tassi particolarmente favorevoli grazie alla convenzione tra l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti della Amministrazioni Pubbliche e Prestitalia stessa.

In questa analisi-recensione su prestitidipendenti.biz potete trovare informazioni dettagliate (per consultarle rapidamente cliccare in corrispondenza di ciascuna voce del menu sottostante) relative a:


Tutti i lavoratori dipendenti del settore pubblico potranno sfruttare alcuni vantaggi legati a tale convenzione, che andranno a sommarsi a quelli già normalmente legati ai finanziamenti tramite cessione del quinto.
Questo tipo di prestito personale non finalizzato all’acquisto di beni o servizi particolari garantisce la sostenibilità delle rate mensili, poiché l’importo della singola rata del rimborso non potrà mai superare 1/5 dello stipendio netto percepito mensilmente. Inoltre non ci sono rischi di dimenticanze: la rata viene trattenuta direttamente sul salario da parte del datore di lavoro.
Si tratta inoltre di un finanziamento sicuro, dal momento che, per legge, deve essere assistito da due polizze assicurative, a copertura dei rischi derivanti dalla possibile perdita del posto di lavoro o alla morte. I premi di queste due assicurazioni sono ulteriormente finanziabili e quindi saranno frazionati nelle varie rate del piano di ammortamento.

Professione Prestiti non richiede la presentazione di motivazioni per la richiesta del finanziamento: sono ammesse tutte le finalità, ad esclusione di quelle speculative.
La CQS è un prestito a firma singola, per cui non servono garanti o fideiussioni: le uniche garanzie richieste sono rappresentate dal fatto di percepire uno stipendio e dal Trattamento di Fine Rapporto (TFR) accumulato, dal quale non si potranno attingere somme fino alla totale estinzione del prestito ottenuto.
E’ anche possibile chiedere un anticipo dell’importo richiesto, in attesa dell’erogazione definitiva.

Vediamo quali sono le caratteristiche della Cessione del Quinto dello Stipendio in convenzione INPDAP  erogata da Professione Prestiti. Si tenga presente che le condizioni indicate si riferiscono alla data di pubblicazione di questa scheda di analisi.


REQUISITI NECESSARI PER OTTENERE IL PRESTITO

Per poter richiedere la Cessione del Quinto dello Stipendio in convenzione INPDAP  è necessario essere dipendenti pubblici o statali e non avere più di 75 anni d’età.
Sono considerati dipendenti pubblici i lavoratori stipendiati di Enti Locali e Aziende Municipalizzate, mentre i dipendenti statali sono coloro che lavorano nelle Forze dell’ordine e tutti i dipendenti ministeriali.
E’ possibile richiedere questa cqs anche in presenza di altri finanziamenti in corso.
Possono presentare domanda anche i soggetti che abbiano ritardi nei pagamenti o siano pignorati o protestati.
Non servono garanti o garanzie di altro tipo.

Torna all’elenco ^

 

TASSI DI INTERESSE (T.A.N. e T.A.E.G. / I.S.C.), IMPORTI E DURATA

Al momento della redazione di questa scheda di analisi, Professione Prestiti, distribuendo i prodotti proposti Prestitalia, eroga questo prestito personale garantito con Cessione del Quinto dello Stipendio  a TAN fisso e TAEG particolarmente favorevole grazie alla convenzione con l’INPDAP. I valori di quest’ultimo variano a seconda dell’età del richiedente e della durata del piano di ammortamento.
Possiamo riferire che vengono applicati valori differenti a seconda che i richiedenti abbiano più o meno di 65 anni. Ecco quindi che il costo del prestito, espresso dal TEG (Tasso Effettivo Globale), risulta essere al massimo del 12,14% fino a 65 anni, mentre oltre i 65 anni e fino ai 75 anni il TEG max è dell’11,55%.

Va considerato che il TEG esprime il costo del finanziamento espresso in percentuale e calcolato su base annua. In tale calcolo sono inclusi tutti gli oneri accessori, ad eccezione degli oneri erariali.

L’importo massimo erogato è di 70.000,00 euro, ma la determinazione dello stesso è a discrezione di Professione Prestiti, che valuterà diversi fattori tra cui l’età del richiedente o il 1/5 dello stipendio netto cedibile.

La durata del piano di ammortamento parte da un minimo di 24 mesi (2 anni) e arriva a un massimo di 120 mesi (10 anni), con varie durate intermedie ammesse.
Le rate, di importo fisso, vengono rimborsate con trattenuta sul salario con cadenza mensile posticipata e comprendono la quota interessi, la quota capitale e quella relativa ai premi assicurativi sulla vita e sui rischio legati all’impiego.

Torna all’elenco ^

 

MODALITA’ E TEMPI DI EROGAZIONE DEL PRESTITO

L’agenzia Prestitalia eroga la somma richiesta dal lavoratore pubblico o statale attraverso due modalità:

  1. bonifico bancario
  2. assegno circolare non trasferibile intestato al richiedente

I tempi per l’erogazione indicati sono compresi tra 15 e 25 giorni dall’ottenimento degli atti e dei documenti necessari per garantire la validità di questo prestito con cessione del quinto dello stipendio, con particolare riferimento al benestare (o nulla osta) da parte dell’ente pubblico o ministeriale presso il quale è impiegato il richiedente.

Torna all’elenco ^

 

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER OTTENERE IL PRESTITO CON CESSIONE DEL QUINTO

Per poter ottenere questa CQS in convenzione INPDAP  occorrerà presentare come minimo la seguente documentazione:

  • documento d’identità valido
  • codice fiscale
  • certificato di stipendio

Gli agenti di Professione Prestiti potranno comunque richiedere altri documenti, qualora lo ritenessero necessario.

Torna all’elenco ^

 

DATI NECESSARI ALLA COMPILAZIONE DEL PREVENTIVO E AL CALCOLO DELLA RATA ONLINE

E’ possibile fare richiesta di un preventivo, gratuito e non impegnativo, direttamente on-line dal sito Internet di questa agenzia Prestitalia. Infatti viene messo a disposizione del lavoratore dipendente un apposito modulo nel quale inserire:

  • nome e cognome
  • importo richiesto
  • numero di telefono e indirizzo e-mail
  • professione svolta
  • provincia di residenza

Occorre poi fornire il proprio consenso al trattamento dei dati personali, in modo da consentire agli agenti di poter presentare varie proposte di preventivo, con annesso il calcolo della rata mensile da sostenere.

Torna all’elenco ^

 

ULTERIORI GARANZIE DA FORNIRE

Non sono richieste garanzie aggiuntive perché le uniche garanzie sono data dal fatto di percepire uno stipendio da parte di un Ente Pubblico o Statale, di un Ministero o delle Forze dell’Ordine e dal TFR accumulato e in via di accumulo.

Torna all’elenco ^


 

POSSIBILITA’ DI OTTENERE UN ACCONTO

E’ possibile ottenere un anticipo fino all’80% della somma richiesta in prestito, anche entro 24 ore dalla richiesta, sempre che siano valutate positivamente le condizioni per l’erogazione del finanziamento da parte di Professione Prestiti.

Torna all’elenco ^

 

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL FINANZIAMENTO

Il mutuatario può estinguere in anticipo il finanziamento ottenuto in qualsiasi momento, attraverso la  restituzione della somma residua netta da rimborsare e pagando una commissione per l’estinzione anticipata pari all’1% del capitale residuo.

Torna all’elenco ^

 

ONERI, SPESE ACCESSORIE E COMMISSIONI

Si dovrà corrispondere a Professione Prestiti una commissione massima dell’11,30% sull’importo totale dovuto relativa al recupero dei costi d’istruttoria e collocamento. Sono inoltre previste commissioni per il recupero delle spese di riscossione e gestione del credito di ogni rata mensile, oltre ai bolli statali il cui ammontare va calcolato in base alla legge in vigore.

Torna all’elenco ^

 

 

INTERESSI DI MORA

L’aliquota applicata agli interessi di mora, da corrispondere in caso di pagamento mancato o ritardato di una o più rate del finanziamento, è calcolata sommando 1,5 punti percentuali al tasso fisso (TAN) indicato sul contratto.

Torna all’elenco ^

 

POLIZZA VITA E RISCHI D’IMPIEGO

La richiesta della CQS per lavoratori statali e pubblici in convenzione INPDAP è associata alla sottoscrizione di una polizza assicurativa Vita e una contro la perdita dell’occupazione, a tutela sia il richiedente che dei suoi familiari ed eredi in caso di morte o di licenziamento prima della restituzione totale dell’importo ottenuto a credito.
I premi da corrispondere sono stabiliti nella convenzione sottoscritta con l’INPDAP e, anche in caso di utilizzo di una compagnia assicurativa diversa dal Fondo Rischi dell’ente pensionistico per lavoratori pubblici, non potranno mai superare le condizioni convenzionali stabilite.
Ecco quindi che, per la copertura del rischio di perdita della vita si può arrivare a un costo massimo del 3,29% del montante lordo (importo totale del credito), variabile a seconda della durata del piano di ammortamento, del sesso del richiedente e della sua età.
Per la copertura del rischio di perdita del lavoro, il premio massimo può essere del 2,31% del montante lordo ed è calcolato tenendo conto della durata del finanziamento e dell’anzianità di servizio.

Torna all’elenco ^

 

ULTERIORI INFORMAZIONI UTILI

Per ottenere informazioni sulla Cessione del Quinto dello Stipendio in convenzione INPDAP analizzata e sugli altri prestiti personali e cqs di Professione Prestiti è possibile contattare una delle agenzie Prestitalia  presenti a Milano, Roma, Cagliari, Sassari, Nuoro, Mantova, Torino, Napoli, Trento, Ancona, Genova, Alessandria, Catania e Termoli, cercando il numero di telefono e l’indirizzo a partire dal sito Internet http://www.professioneprestiti.it.
In alternativa è possibile chiamare il numero verde 800.191501.  


Data dell’ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2011

ATTENZIONE: prima di richiedere il finanziamento analizzato si raccomanda di fare sempre riferimento al sito Internet ufficiale o alle filiali di Professione Prestiti per verificare condizioni, TAN e TAEG applicati al momento della richiesta. La presente scheda di analisi fa infatti riferimento alla data dell’ultimo aggiornamento indicata in precedenza.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here