Cessione del Quinto dello Stipendio Banca 24-7 distribuita da Ktesios: condizioni del prestito per dipendenti pubblici e privati

0
132

Cessione del Quinto dello Stipendio di Ktesios

La Cessione del Quinto dello Stipendio di Banca 24-7, distribuita da Ktesios S.p.A., è un prestito personale destinato a lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, con contratto a tempo determinato o indeterminato, anche nei casi in cui siano protestati, abbiano difficoltà di accesso ad altre forme di credito o abbiano altri finanziamenti in corso.

In questa analisi-recensione su prestitidipendenti.biz potete trovare informazioni dettagliate relative a:

ATTENZIONE! CON PROVVEDIMENTO DELL’8 MARZO 2011 LA BANCA D’ITALIA HA CANCELLATO KTESIOS S.P.A. DALL’ELENCO SPECIALE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI. PERTANTO NON SARA’ PIU’ POSSIBILE RICHIEDERE PRESTITI A QUESTA SOCIETA’ FINO A NUOVA COMUNICAZIONE.

Ktesios è una società di intermediazione finanziaria iscritta nell’elenco speciale degli intermediari finanziari tenuto dalla Banca d’Italia ed è associata Assofin. Oltre ai finanziamenti di B@nca 24-7, l’intermediario in questione distribuisce anche i prodotti di Consum.it, finanziaria del Gruppo Monte dei Paschi di Siena.

La Cessione del Quinto dello Stipendio di Banca 24-7, distribuita per procura da Ktesios S.p.A., è dunque un finanziamento personale che prevede un rimborso delle somme erogate attraverso il pagamento di rate di importo costante e a tasso (TAN) fisso.

Il richiedente, una volta ottenuto l’importo desiderato, non dovrà più occuparsi di nulla, dal momento che le singole rate, il cui valore non potrà mai essere superiore a 1/5 dello stipendio netto mensile percepito, verranno trattenute direttamente dal datore di lavoro sulla retribuzione del dipendente e versate alla società finanziaria.

L’operazione deve essere assistita, per legge, dalla sottoscrizione di due contratti assicurativi. Il primo contro il rischio vita, a tutela di richiedente e suoi eredi in caso di premorienza. La seconda contro i rischi legati all’impiego, per tutelare la società finanziaria erogante, il richiedente e i suoi eredi da eventuali imprevisti che possano portare alla perdita del posto di lavoro o alle dimissioni.

E’ anche possibile ottenere un anticipo della somma richiesta, per avere a disposizione l’importo in brevissimo tempo.

La Cessione del Quinto dello Stipendio (CQS) di B@nca 24-7 viene distribuita da Ktesios S.p.A. attraverso due canali. Il primo, diretto, accessibile attraverso i negozi Creditzone, rintracciabili un po’ in tutta Italia. Il secondo, indiretto, attraverso una rete di agenti e mediatori e da accordi con i grandi distributori regionali e nazionali.

Di seguito viene presentato il dettaglio delle condizioni praticate per questa CQS, così come risulta dai Fogli Informativi pubblicati da Ktesios S.p.A.,  datati 01 Gennaio 2011.


 

REQUISITI NECESSARI PER OTTENERE IL PRESTITO

Per poter accedere alla Cessione del Quinto dello Stipendio di Banca 24-7 distribuita da Ktesios è necessario essere lavoratori dipendenti, impiegati in aziende sia pubbliche che private, con contratto a tempo determinato o indeterminato. Sarà poi compito dell’intermediatore finanziario valutare di volta in volta la posizione del richiedente e stabilire la reale possibilità di accesso a questa forma di finanziamento.

La CQS è una forma di credito accessibile anche da parte dei soggetti che abbiano altri finanziamenti in corso o difficoltà di accesso ad altre forme di credito  perché protestati.

Torna all’elenco ^

TASSI DI INTERESSE (T.A.N. e T.A.E.G. / I.S.C.), IMPORTI E DURATA

Al momento della redazione di questa analisi, come indicato nel foglio informativo consultato datato 01/01/2011 e salvo promozioni in corso, per l’erogazione di questa Cessione del Quinto dello Stipendio, B@nca 24-7 applica due aliquote relative ai tassi di interesse, a seconda delle somme mutuate, per cui:

– fino a 5.000,00 euro: il TAN (Tasso Annuo Nominale) è del 6,00% al massima mentre il TAEG/ISC (Tasso Annuo Effettivo Globale/Indicatore Sintetico di Costo) massimo del 20,40%

– oltre i 5.000,00 euro: il TAN è del 6,00% massimo mentre il TAEG/ISC è al massimo del 16,10%

La durata del piano di ammortamento varia da un minimo di 24 mesi (ovvero 2 anni) a un massimo di 120 mesi, ovvero 10 anni.

Per i lavoratori atipici la durata del prestito non può invece superare quella della scadenza del contratto di lavoro. Stessa limitazione temporale anche per gli agenti, rappresentanti e collaboratori coordinati e continuativi, purché siano assunti con un contratto non inferiore a 12 mesi e con compenso certo e continuativo.

L’importo massimo erogato dipende dal quinto cedibile dello stipendio e varrà valutato di caso in caso da Ktesios.

Torna all’elenco ^

MODALITA’ E TEMPI DI EROGAZIONE DEL PRESTITO

Ktesios S.p.A. si farà carico di erogare la somma richiesta al mutuatario attraverso modalità a scelta e concordate con il cliente stesso, ma che non potranno essere diverse da:

  1. assegno
  2. bonifico su conto corrente bancario

L’erogazione effettiva si terrà una volta ottenuto il benestare da parte del datore di lavoro o dall’amministrazione, relativo all’impegno a trattenere le quote di rimborso delle rate direttamente dallo stipendio mensile del dipendente.

E’ comunque possibile ottenere un anticipo in sole 24 ore.

Torna all’elenco ^

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER OTTENERE IL PRESTITO CON CESSIONE DEL QUINTO

Per poter avviare l’istruttoria relativa al prestito personale garantito contro cessione del quinto dello stipendio di Banca 24-7 distribuito da Ktesios è necessario presentare i seguenti documenti:

  • documento d’identità in corso di validità
  • codice fiscale
  • ultima busta paga
  • certificato di stipendio o modello CUD completo (per dipendenti privati)

Torna all’elenco ^

DATI NECESSARI ALLA COMPILAZIONE DEL PREVENTIVO DI PRESTITO ONLINE

Non è possibile calcolare direttamente online un preventivo relativo a questa CQS.  Per il calcolo della rata del prestito si può utilizzare un modulo presente sul sito http://www.ktesios.it, inserendo i propri dati anagrafici, la professione svolta e l’importo richiesto. Il calcolo del preventivo è gratuito e senza impegno. Ktesios S.p.A. contatterà poi il richiedente entro breve tempo con una proposta di finanziamento.

Torna all’elenco ^

ULTERIORI GARANZIE DA FORNIRE

Non è richiesta alcuna garanzia aggiuntiva né reale né personale se non quella rappresentata dal fatto di percepire uno stipendio mensile. Si tratta infatti di un finanziamento a firma singola, per cui non servirà che un garante o un coniuge firmino per garantire la restituzione del prestito ottenuto dal richiedente.

Torna all’elenco ^

POSSIBILITA’ DI OTTENERE UN ACCONTO

Questa CQS prevede la possibilità di ottenere un anticipo sulla somma richiesta in 24 ore. Attenzione però che il TAN (che in questo caso coincide anche con il TAEG/ISC) risulta essere superiore rispetto al tasso applicato da contratto, essendo del 9,50% massimo e non del 6,00% massimo.

Torna all’elenco ^

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL FINANZIAMENTO

L’estinzione anticipata di questo di questo prestito personale garantito è esercitabile in ogni momento su richiesta del mutuatario, che dovrà però pagare una commissione di estinzione anticipata pari all’1% del capitale residuo.

Torna all’elenco ^

ONERI, SPESE ACCESSORIE E COMMISSIONI

Come risulta dal foglio informativo consultato:

Spese fisse (includono istruttoria, notifica e altre): 420,00 euro al massimo

Commissione dell’intermediario: 26,50% massimo

Commissioni bancarie e finanziarie: 5,90% massimo

Imposta di bollo sul contratto: 14,92 euro o lo 0,25% del capitale finanziato, a seconda della somma richiesta

Torna all’elenco ^

INTERESSI DI MORA

Gli interessi di mora per il mancato o ritardato pagamento di una o più rate da parte del datore di lavoro o dell’Amministrazione pubblica hanno un TAN pari a quello applicato al finanziamento.

Torna all’elenco ^

POLIZZA VITA E RISCHI D’IMPIEGO

L’importo relativo ai premi assicurativi, sia per la polizza contro il rischio vita che per quella contro i rischi legati all’impiego, è a carico del richiedente e viene trattenuto in anticipo dall’importo finanziato. Sarà Ktesios S.p.A. a farsi carico di versare tale importo direttamente alla compagnia assicuratrice.

I dipendenti statali possono eventualmente richiedere tali coperture all’apposito fondo dell’INPDAP ( Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche), mentre i lavoratori delle Ferrovie dello Stato possono fare lo stesso con l’ente assicurativo delle FS.

Il costo del premio della polizza vita può essere al massimo del 13% del capitale mutuato.

Il costo del premio per la polizza contro i rischi dovuti all’impiego (licenziamento, dimissioni, malattia) è al massimo del 15% del capitale mutuato.

Torna all’elenco ^

ULTERIORI CLAUSOLE CONTRATTUALI

In caso pagamento in ritardo o mancato pagamento anche di una sola rata, Ktesios potrà richiedere la risoluzione unilaterale del contratto. In tal caso il mutuatario è tenuto a corrispondere gli interessi di mora sull’importo non pagato.

In caso di riduzione dello stipendio, indipendentemente dalla causa, la rata mensile continuerà ad essere quella pattuita inizialmente se la riduzione è inferiore a un terzo dello stesso. Nel caso di riduzione superiore a 1/3, la rata mensile non potrà essere superiore a 1/5 della retribuzione ridotta.

Torna all’elenco ^

ULTERIORI INFORMAZIONI UTILI

Il richiedente può recedere, senza spese ulteriori, dal contratto stipulato per la Cessione del Quinto dello Stipendio di Banca 24-7 distribuita da Ktesios entro 15 giorni dalla data di perfezionamento dello stesso. Tale decisione dovrà essere comunicata alla società di intermediazione finanziaria in forma scritta, attraverso raccomandata A/R. Il recesso sarà efficace a patto che vengano restituite tutte le somme già percepire dal mutuatario, con particolare riferimento a quelle di un eventuale acconto.


Data dell’ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2011

–> ATTENZIONE! < -- Dal 1° Giugno 2011 sono entrate in vigore le nuove norme sul credito ai consumatori. Pertanto tassi e costi riportati potrebbero non essere corretti, soprattutto in riferimento ad aggiornamenti anteriori la data di entrata in vigore in Italia della riforma del credito al consumo. Invitiamo dunque i lettori, prima della richiesta del finanziamento, a chiedere maggiori informazioni sul sito ufficiale dell’istituto erogante oppure a mettersi in contatto con una delle filiali dello stesso.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA