Cessione del Quinto Findomestic: prestito garantito per lavoratori statali, privati e pensionati

0
157

Logo CQS Findomestic

Il finanziamento attraverso la Cessione del Quinto dello stipendio o della pensione erogato da Findomestic Banca, attraverso la società di sua proprietà Bieffe5 S.p.A., consente di ottenere un prestito garantito a dipendenti pubblici (statali e parastatali), privati e titolari di pensione.

In questa analisi-recensione troverete informazioni relative a:


Come per tutti i prestiti attraverso Cessione del Quinto, anche in questo caso il rimborso avviene in modo diretto, trattenendo fino a un quinto della pensione o dello stipendio del richiedente. Tale importo andrà a determinare la rata mensile di restituzione del credito e resterà fisso, unitamente al tasso di interesse, per tutta la durata del finanziamento. Nella rata saranno compresi tutti gli oneri da corrispondere per legge e quelli indicati nel contratto stipulato con Findomestic attraverso Bieffe5 S.p.A.
Con la Cessione del Quinto Findomestic sarà possibile finanziare qualsiasi tipo di progetto personale, avendo la comodità di non doversi recare in banca o in posta per pagare le rate del rimborso, né correre il rischio di dimenticarsi del pagamento. Infatti, una volta approvato il finanziamento, avverrà tutto in automatico, dato che la somma che costituisce la rata verrà sottratta direttamente dallo stipendio del lavoratore o dalla pensione.

La richiesta per ottenere il prestito può essere fatta sia on-line, dopo aver compilato l’apposito preventivo, che recandosi presso le filiali di Findomestic Banca presenti in tutta Italia.

Ecco i dettagli del prestito contro Cessione del Quinto di Findomestic Banca – Bieffe5 S.p.A.

REQUISITI NECESSARI PER OTTENERE IL PRESTITO

Per poter accedere ai prestiti personali attraverso Cessione del Quinto di Findomestic l’unico requisito necessario è rappresentato dalla stabilità del posto di lavoro. Per questo motivo sarà necessario che il cliente sia lavoratore dipendente (statale, parastatale o privato) con contratto a tempo indeterminato, oppure pensionato.
Possono far richiesta della Cessione del Quinto di Findomestic anche i cattivi pagatori (protestati o pignorati) e anche coloro che abbiano altri finanziamenti già in corso.

Torna all’elenco ^

TASSI DI INTERESSE (T.A.N. e T.A.E.G. / I.S.C.), IMPORTI E DURATA

Al momento della redazione di questa analisi, per l’erogazione di prestiti attraverso la Cessione del Quinto, Findomestic Banca – Bieffe5 S.p.A. applica due scaglioni relativi ai tassi di interesse: sotto i 5.000,00 euro e sopra i 5.000,00 euro.
Al di sotto dei 5.000,00 euro il Tan massimo indicato è del 12%, il Taeg / Isc massimo al netto delle spese assicurative facoltative è del 21,33%, così come il Taeg / Isc massimo al lordo delle spese assicurative facoltative, pur essendo tale dato dichiarato come puramente indicativo.
Al di sopra dei 5.000,00 euro il Tan massimo indicato è del 12%, il Taeg / Isc massimo al netto delle spese assicurative facoltative è del 16,88%, così come il Taeg / Isc massimo al lordo delle spese assicurative facoltative, pur essendo tale dato dichiarato come puramente indicativo.
Come espressamente indicato nei fogli informativi (ed. 01 Luglio 2010), nel calcolo del Taeg / Isc sono escluse le spese riguardanti le garanzie assicurative, le spese di bollo per comunicazioni periodiche, l’imposta di bollo sul contratto e spese per la richiesta di documentazione sulle operazioni perfezionate.
L’importo massimo ottenibile, come per tutti i prestiti tramite Cessione del Quinto, dipende dalla somma percepita in busta paga.
La durata massima del piano di rimborso è 120 mesi, ovvero 10 anni.

Torna all’elenco ^

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PRESTITO

Findomestic Banca – Bieffe5 S.p.A. fornirà la somma richiesta dal mutuatario in due modi possibili:

  1. assegno circolare non trasferibile intestato al richiedente
  2. bonifico bancario

Torna all’elenco ^

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER OTTENERE IL PRESTITO CON CESSIONE DEL QUINTO

Per poter ottenere il prestito con Cessione del Quinto di Findomestic è necessario presentare i seguenti documenti:

  • cedolino / busta paga (solo per lavoratori dipendenti)
  • CUD
  • dichiarazione di quota cedibile (solo per pensionati)
  • documento di identità valido
  • codice fiscale

Torna all’elenco ^

DATI NECESSARI ALLA COMPILAZIONE DEL PREVENTIVO DI PRESTITO ONLINE

Per la compilazione del form per richiedere un preventivo del prestito online il richiedente deve obbligatoriamente inserire almeno:

  • nome
  • cognome
  • data di nascita
  • numero di telefono
  • indirizzo e-mail
  • occupazione (lavoratore dipendente o pensionato)
  • importo richiesto
  • rata massima desiderata

Verrà inoltre chiesto di indicare un giorno della settimana e una fascia oraria nella quale il cliente intenda essere ricontattato da un operatore di Findomestic – Bieffe5 S.p.A.

Torna all’elenco ^

ULTERIORI GARANZIE DA FORNIRE

Non è richiesta alcuna garanzia aggiuntiva né reale né personale.

Torna all’elenco ^

POSSIBILITA’ DI OTTENERE UN ACCONTO

Findomestic Banca – Bieffe5 S.p.A., su richiesta del mutuatario, si riserva la facoltà di concedere un eventuale acconto, da rimborsare in un’unica rata al momento della liquidazione e comprensivo degli interessi (calcolati con un tasso che non potrà mai essere maggiore rispetto al Tan e al Taeg / Isc dell’operazione in corso), degli oneri fiscali e di eventuali commissioni di acconto.

Torna all’elenco ^

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL FINANZIAMENTO

Il cliente di Findomestic – Bieffe5 S.p.A. può decidere in ogni momento di estinguere in anticipo il prestito ottenuto attraverso il pagamento, in un’unica soluzione, della somma corrispondente al capitale residuo, cui andrà aggiunto una commissione dell’1% del capitale residuo stesso, di eventuali rate scadute e non pagate in precedenza.
Le commissioni normalmente previste per il prestito non verranno abbuonate, salvo diversa indicazione sul contratto sottoscritto.

Torna all’elenco ^

ONERI, SPESE ACCESSORIE E COMMISSIONI

Come risulta dai fogli informativi:

  • Commissioni dell’Intermediario Incaricato: fino al massimo del 13% sul capitale lordo del prestito
  • Commissione di gestione della pratica: fino al massimo del 12% sul capitale lordo del prestito
  • Commissione di istruttoria: fino al massimo del 20% sul capitale lordo del prestito
  • Imposta di bollo per comunicazioni periodiche : 1,81 euro
  • Imposta di bollo sul contratto: 14,62 euro
  • Spese per la richiesta documentazione relativa a operazioni perfezionate: 25,00 euro
  • Spese di annullamento della pratica: spese di istruttoria sostenute da Bieffe5 S.p.A. cui va aggiunta una penale di 100,00 euro, solo se espressamente prevista nella richiesta di prestito

Torna all’elenco ^

INTERESSI DI MORA

Gli interessi di mora per il mancato o ritardato pagamento di una o più rate ammontano al 12% su base annua.

Torna all’elenco ^

POLIZZA VITA E RISCHI D’IMPIEGO

Come per tutti i finanziamenti tramite Cessione del Quinto, sono obbligatorie per legge una polizza vita e una polizza che copra i rischi d’impiego. Nel caso di Findomestic Banca il premio assicurativo può raggiungere al massimo il 28% del capitale lordo mutuato.

Torna all’elenco ^

ULTERIORI CLAUSOLE CONTRATTUALI

Si tenga presente che, nel caso di lavoratori dipendenti di amministrazioni statali o parastatali, il mutuatario (richiedente), firmando il contratto, dichiarerà automaticamente di optare per la conversione della propria indennità di buonuscita o trattamento di fine rapporto, di fatto autorizzando e delegando la mutuante (Findomestic tramite Bieffe5 S.p.A.) a comunicare all’INPDAP di competenza tale opzione.
Inoltre, attraverso la firma del contratto, il mutuatario (cliente) dichiarerà in automatico di non aver concluso patti di indisponibilità e/o incedibilità del proprio stipendio. Dovessero esisterne, occorrerà dichiarare di volerne la revoca o il recesso.


Data dell’ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2010

–> ATTENZIONE! <– Dal 1° Giugno 2011 sono entrate in vigore le nuove norme sul credito ai consumatori. Pertanto tassi e costi riportati potrebbero non essere corretti, soprattutto in riferimento ad aggiornamenti anteriori la data di entrata in vigore in Italia della riforma del credito al consumo. Invitiamo dunque i lettori, prima della richiesta del finanziamento, a chiedere maggiori informazioni sul sito ufficiale dell’istituto erogante oppure a mettersi in contatto con una delle filiali dello stesso.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA